• L'analisi del credito è effettuata dai nostri analisti e si basa sulla situazione finanziaria, sulla storia aziendale e sul settore di attività dell'impresa.
  • L'analisi comprende 5 fasi e determina il rating del progetto, che varia da A+ a C.
  • Il tasso di interesse di un progetto dipende dal rating e dalla durata del progetto.

L'analisi del rischio viene effettuata internamente dai nostri team di analisi del credito locali. Gli analisti di October hanno il compito di raccogliere tutte le informazioni quantitative e qualitative necessarie per valutare il rischio dell'azienda e determinare il rating (e quindi il tasso di interesse) prima della sua presentazione al Comitato del Credito di October. In questo tutorial ti guideremo passo dopo passo attraverso il processo di analisi del credito.

Fase 1: il test di idoneità

Il processo inizia nel momento in cui la società richiedente effettua il test di idoneità online. Questo test permette di verificare che l’impresa risponda ai requisiti di October. In pochi secondi è possibile sapere se l’azienda è potenzialmente ammissibile ad un finanziamento October!

Il nostro algoritmo di risk scoring, raccogliendo dati pubblici e privati sulle aziende, è in grado di effettuare automaticamente in pochi secondi una valutazione del rischio in base al fatturato, alla redditività e al periodo di attività dell'azienda.

Fase 2: Prima analisi e incontro

Se l’azienda supera il test di idoneità, richiediamo l’invio dei bilanci, della documentazione fiscale e degli estratti conto bancari. I nostri tool interni estraggono automaticamente le informazioni rilevanti da questi documenti e le integrano al nostro modello di scoring consentendo una solida analisi del credito.

Il modello di scoring prende in considerazione informazioni sui prestiti, storia e previsione delle entrate, commissioni di gestione, ecc. In totale analizziamo 70 indicatori finanziari come il flusso di cassa, l'indebitamento, i crediti, ecc. L’analisi si basa sui 3 anni precedenti, mentre le previsioni su sono effettuate su 1 anno. In questo modo, il modello di scoring mostra l'evoluzione degli indicatori finanziari e fornisce una panoramica dei risultati. La performance finanziaria della società rappresenta il 60% del rating.

Contattiamo sempre la società per un colloquio telefonico che ci permette di porre ulteriori domande. L'intervista ha anche un altro obiettivo: valutiamo le qualità gestionali e l'esperienza dell'imprenditore. Il 20% del rating si basa sulle capacità di gestione dell’imprenditore e del suo team.

Inoltre, esaminiamo il settore di attività dell’azienda e analizziamo il mercato per capire se sia in crescita, stabile o in declino. Naturalmente, se le prospettive di mercato sono scarse, questo ha un impatto negativo sul rating. Esaminiamo anche la quota di mercato della società. Il restante 20% del rating si basa sul settore di attività e sulla quota di mercato dell’azienda.

A giugno 2019 abbiamo intervistato il nostro Direttore Credito europeo a proposito dei settori di attività e dei loro rischi. Ecco la sua risposta:

Abbiamo identificato 3 settori per i quali esiste un rischio maggiore di quanto atteso:

  • il settore dell’edilizia: è un settore molto ciclico. Le grandi imprese sono meglio attrezzate per gestire la fatturazione dei loro clienti. Le piccole imprese si concentrano totalmente sulla gestione delle attività quotidiane e hanno una maggiore difficoltà nella fatturazione ai clienti, il che può comportare uno stress di liquidità;
  • il settore della panificazione e della ristorazione: in questi settori i clienti sono particolarmente fedeli ai gestori dell’attività (possiamo parlare di clientela intuitu personae). Nel caso di un’acquisizione quindi, il numero di potenziali clienti potrebbe essere sovrastimato.

Vale la pena sottolineare che questi settori presentano rischi maggiori in generale: ad esempio, le imprese di costruzione hanno un tasso di default più elevato anche nei confronti dei canali di finanziamento tradizionali (a questo proposito, le statistiche ufficiali di Banque de France sono disponibili qui). Nella nostra analisi abbiamo sempre tenuto in considerazione questo fattore, ma abbiamo appreso che quando le imprese si rivolgono a una piattaforma di finanziamento il rischio è ancora più accentuato.

Questo modello di scoring è poi combinato con le informazioni disponibili nel nostro database e provenienti da tutti i progetti già finanziati. Insieme agli indicatori finanziari, al team e al mercato di riferimento, questi dati determinano il rating del progetto.

Fase 3: il rating

Il modello di scoring determina se il progetto può essere finanziato o meno. Se un progetto non è idoneo sarà respinto e non verrà pubblicato sulla piattaforma.

Se un progetto è idoneo, il nostro modello di scoring ci fornisce immediatamente il suo rating. Il rating non è basato sui risultati passati, ma piuttosto su una previsione della situazione della società dopo l’erogazione del finanziamento da parte di October. Il rating varia da A+ a C (da elevato a basso merito di credito). Il tasso di interesse è determinato dal rating e dalla durata del prestito. Questo è il motivo per cui progetti con lo stesso rating possono avere tassi d’interesse differenti:

Fase 4: il Comitato del Credito

La fase successiva è la presentazione del progetto al Comitato del Credito October, dove un minimo di 3 Direttori Credito internazionali devono approvare il finanziamento. Una volta ottenuta l’approvazione del Comitato, presentiamo l’offerta alla società: se questa accetta il progetto viene pubblicato sulla piattaforma.

Fase 5: la prevenzione delle frodi

Naturalmente, il nostro obiettivo in questa fase è anche prevenire eventuali comportamenti disonesti da parte delle imprese. È possibile infatti che qualcuno possa non agire in buona fede: per prevenire tali comportamenti incrociamo sempre le informazioni fornite dalla società con banche dati esterne. Inoltre, confrontiamo tra loro i flussi finanziari e i dati di bilancio per verificare che vi sia un allineamento. Per eseguire queste verifiche richiediamo sempre alla società di fornirci i propri estratti conto. Inoltre, verifichiamo i principali clienti e fornitori della società e ci accertiamo che l'importo richiesto sia in linea con lo scopo del finanziamento. La fase finale comprende un controllo dell'esperienza pregressa dell'imprenditore e dello statuto della società.

Questa è la procedura dall’inizio alla fine. È un processo essenziale che ci permette di raccogliere molte informazioni da diverse fonti. Ti invitiamo a consultare sempre la descrizione del progetto e gli indicatori finanziari. Con l’anteprima di 48 ore hai tutto il tempo necessario per decidere a quali imprese prestare!

Hai trovato la risposta?