• Puoi prestare da 20€ a 2.000€ per progetto. A seconda del tipo di progetto, il limite massimo può variare.

  • Le regolamentazioni locali possono imporre dei limiti di accesso ai progetti.

  • I prestiti ai progetti spagnoli e olandesi sono limitati dalle regolamentazioni locali.

La nostra missione è creare un’Europa del Risparmio, permettendo ai prestatori di prestare direttamente alle PMI europee. In questo tutorial ti presentiamo le diverse regole che applichiamo a seconda del Paese di origine di un’impresa e dell’importo del progetto.

Limiti di prestito per Paese

Per evitare che i privati possano prestare importi tali da mettere a rischio i loro situazione finanziaria in caso di perdita, le normative dei diversi Paesi prevedono che le piattaforme di crowdlending applichino dei limiti. Queste normative variano da Paese a Paese:

Italia 🇮🇹 e Francia 🇫🇷:

  • i prestatori privati possono prestare fino a un massimo di 2.000 € a ciascun progetto (questo limite è imposto dal’Autorità di regolamentazione francese per favorire la diversificazione dei prestiti);

  • Non è previsto alcun limite annuo per quanto riguarda il numero di prestiti o l’importo prestato. 

Paesi Bassi 🇳🇱:

  • i prestatori privati possono prestare fino a 2.000 € a ciascun progetto;

  • la normativa locale prevede che il capitale residuo dei prestatori non possa mai essere superiore a 80.000€. I prestatori olandesi possono mantenere il proprio capitale residuo entro questa soglia reinvestendo i rimborsi in nuovi progetti;

  • per i prestatori non olandesi, il capitale residuo su progetti olandesi non può superare gli 80.000€.

Spagna 🇪🇸:

  • i prestatori privati possono prestare fino a 2.000 € per progetto;

  • è previsto un limite massimo che i privati possono prestare ogni anno a progetti spagnoli. Il limite annuo è fissato a 10.000 €. Per prestare un importo annuo superiore ai progetti spagnoli è necessario qualificarsi come prestatori accreditati. Per fare ciò è necessario:

  • fornire la documentazione che attesti un reddito annuo superiore a 50.000 € o il possesso di attività finanziarie per un valore superiore a 100.000 €.

  • compilare la richiesta di accreditamento e inviarla all’indirizzo [email protected] (è necessario compilare soltanto la prima pagina in spagnolo, la seconda è una traduzione di cortesia).

Germania 🇩🇪:

Per ragioni regolamentari i progetti tedeschi non sono aperti al finanziamento da parte dei prestatori privati. Inoltre, non è permesso l'accesso alla piattaforma a chiunque abbia la propria residenza fiscale in Germania. Infatti la BaFin (Autorità federale per la supervisione del settore finanziario) prevede che i privati possano prestare denaro alle imprese unicamente attraverso una fronting bank. Abbiamo valutato questa possibilità, adottata da altre piattaforme, ma gli obblighi e i costi connessi a questa soluzione non sono risultati conformi al nostro modello di business. Per il momento quindi, soltanto gli investitori istituzionali potranno finanziare i progetti tedeschi (nessun prestatore italiano, francese, spagnolo o olandese potrà sottoscrivere questi progetti). 

Continueremo a lavorare a contatto con lo European Crowdfunding Network affinché in futuro i prestatori tedeschi possano accedere alla piattaforma. Siamo convinti che la regolamentazione a livello europeo possa evolvere in favore di un modello che favorisca il supporto alle PMI europee da parte dei privati.

Limiti di prestito legati alla tipologia di progetto

Progetti fino a 100.000€ aperti a prestatori privati e investitori istituzionali

Questi progetti vengono finanziati molto rapidamente, dal momento che l'importo è limitato e che il Fondo October ne finanzia almeno il 51%. Per consentire a un numero maggiore di prestatori di sottoscriverli e diversificare il loro portafoglio, abbiamo fissato un limite massimo di 100 € per i prestiti a questi progetti. Per i prestiti superiori a 100.000 € il limite massimo è di 2.000 €. 

Il limite non ha alcun impatto sulla distribuzione tra investitori istituzionali e prestatori privati. Il fondo istituzionale continuerà a investire il 51%. L’obiettivo è di mantenere questa proporzione facendo aumentare al contempo il numero di prestatori privati. 

Progetti riservati ai prestatori privati

Alcuni progetti sono riservati esclusivamente ai prestatori privati, che devono raggiungere il 100% dell'importo affinché l'impresa riceva il finanziamento. Anche se questi progetti sono inferiori a 100.000 €, il fatto che siano riservati ai prestatori privati rende possibile innalzare il limite di prestito a 2.000€. Questo garantisce maggiore flessibilità nella scelta dell'importo da destinare al progetto. Ti raccomandiamo di prestare ad almeno 100 progetti per avere un portafoglio adeguatamente diversificato.

Limiti di prestito per i prestatori privati

A seconda della tua residenza fiscale

Esistono progetti che possono essere negati a prestatori privati per questioni normative. Queste variano da paese a paese: se un progetto non è conforme alle regolamentazioni locali, può essere rifiutato ai prestatori privati di quel paese.

Le tipologie di progetto ammesse al crowdfunding non sono le stesse per tutti i paesi. Per esempio, la legge francese non permette ai privati di prestare a un progetto il cui scopo è quello di rifinanziare un altro prestito o l'anticipo delle fatture (invoice financing). In tal caso, il progetto sarà negato a chiunque abbia la propria residenza fiscale in Francia, ma sarà accessibile ai privati francesi che vivono in paesi dove questo è possibile.

Le garanzie richieste per un progetto possono inoltre influire sulla possibilità di partecipare a quel progetto. In Spagna, le regolamentazioni locali non permettono ai privati di accedere ai progetti garantiti da pegno su un bene, compresi i beni immobili o un pegno sulle azioni della società. Pertanto, questi progetti non sono aperti ai prestatori privati che risiedono in Spagna.

Le restrizioni potrebbero essere anche applicate nel caso in cui l'apertura di un progetto in determinati paesi possa generare complicazioni burocratiche per i prestatori o per October.

Hai trovato la risposta?