Promemoria sui rimborsi

La maggior parte dei progetti October sono prestiti ad ammortamento lineare. Ogni mese l'impresa rimborsa una rata di importo costante. Ciascuna rata è composta da una quota di capitale e una quota di interessi.

La gestione degli arrotondamenti

Quando generiamo un piano di rimborso individuale, calcoliamo l’importo del capitale e degli interessi da rimborsare ai prestatori con 6 decimali. Questo importo compare nel file Excel che riporta il dettaglio di rimborsi passati e futuri ed è disponibile nella pagina Riepilogo del portafoglio.

Dal momento che l’importo dei rimborsi non può contenere più di 2 decimali, l’importo accreditato sul tuo conto October deve essere arrotondato.


Come calcoliamo gli arrotondamenti?

October gestisce gli arrotondamenti con il metodo del troncamento. Il rimborso mensile accreditato sul tuo conto è sempre troncato al centesimo inferiore. Gli importi eccedenti vengono sommati ogni mese fino a quando raggiungono 1 centesimo. Il mese seguente, il centesimo viene aggiunto alla quota di capitale e accreditato sul conto.

Facciamo un esempio considerando una rata mensile di 10,0055€:

  • Mese 1: October accredita 10,00€ e mette da parte 0,0055€

  • Mese 2: l’importo dovuto è 10,0110€ (10,0055€ + 0,0055€). October tronca l’importo al centesimo inferiore, accredita 10,01€ e mette da parte 0,0010€.

  • Mese 3: l’importo dovuto è 10,0065€ (10,0055€ + 0,0010€). October rimborsa 10,00€ e mette da parte 0,0065€

Ogni mese i prestatori ricevono l’importo dell’arrotondamento del mese precedente, con l’eccezione della rata finale. Per ciascun progetto è possibile perdere fino a un massimo di 0,0099€.

Casi particolari: cosa succede quando si aggiungono nuove transazioni al piano di rimborso

In caso di modifica del piano di rimborso iniziale (se un'impresa rimborsa anticipatamente il prestito, se riceviamo un pagamento per la regolarizzazione di una rata in ritardo o se il prestito viene rinegoziato), l'arrotondamento viene effettuato sul piano di rimborso complessivo della società anziché sui piani di rimborso individuali dei prestatori che hanno sottoscritto il progetto. Questa variazione ha un impatto sul modo in cui i rimborsi vengono visualizzati nel portafoglio dei prestatori.

In questi casi, l'importo complessivo (capitale e interessi) che l'impresa deve rimborsare viene arrotondato al centesimo più vicino (a differenza degli altri rimborsi che sono troncati al centesimo inferiore) e suddiviso per il numero di prestatori applicando una distribuzione proporzionale. Con questo metodo di arrotondamento, per ogni progetto è possibile perdere o guadagnare un importo massimo di 0,0049€.

In primo luogo, calcoliamo l'importo che ciascun prestatore deve ricevere. Successivamente calcoliamo la ripartizione tra capitale e interessi per ciascun prestatore.

Come calcoliamo la ripartizione tra capitale e interessi da rimborsare ai prestatori?

Abbiamo deciso di non arrotondare l'importo degli interessi, che viene espresso con 6 decimali. Si tratta infatti di un importo contabile, che non rappresenta un effettivo flusso di cassa. Di seguito faremo riferimento a questo importo contabile come "Importo totale degli interessi".

Per calcolare l'importo di capitale, utilizziamo la seguente formula:

Importo totale rimborsato ai prestatori - Importo totale degli interessi = Importo totale di capitale

Il capitale da rimborsare è calcolato come differenza tra l'importo totale rimborsato, che è un flusso di cassa effettivo, e l'importo totale degli interessi, che è un importo concettuale.

A causa dell'arrotondamento, può verificarsi una differenza di 0,0049€ sull'importo totale rimborsato ai prestatori. Una differenza di 1 centesimo sull'importo rimborsato si riflette quindi sulla quota di capitale piuttosto che su quella di interessi. Pertanto, qualora dovessi notare una differenza di 1 centesimo sulla quota di capitale, il motivo è che hai ricevuto 1 centesimo in più sulla quota di interessi. La differenza di 1 centesimo non comporta un aumento della tassazione.

Questo sistema di arrotondamento fa sì che tu non perda più di 1 centesimo per ciascun progetto. Riteniamo che sia il metodo più equo ed efficace per tutti.

Hai trovato la risposta?