Il risparmio è quella parte di reddito di una persona o di una famiglia che non viene speso, ma conservato per il futuro e può essere

  • liquido, ovvero il denaro allocato su prodotti poco rischiosi e quindi poco remunerativi, ma facilmente accessibili.
  • investito, ovvero il denaro allocato su prodotti finanziari meno liquidi e con un orizzonte di investimento a più lungo termine. 

Panorama dei prodotti di risparmio

Conti deposito e libretti

  • La Cassa Depositi e Prestiti raccoglie capitali anche dai privati per investirli in partecipazioni nelle medie e grandi imprese italiane.
  • I titoli di stato, emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, sono obbligazioni emesse allo scopo di finanziare il debito pubblico. 
  • I libretti postali sono tipologie di investimento a breve-medio termine garantiti dallo Stato tramite la Cassa Depositi e Prestiti, distribuiti da Poste Italiane.
  • I Conti Deposito sono libretti bancari distribuiti principalmente dalle banche on-line e normalmente hanno offerte promozionali a durata fissa.

Assicurazioni sulla vita

Al termine del contratto l’investitore (o i beneficiari indicati) riceve gli importi investiti aumentati dei guadagni (interessi) meno le spese di gestione. Ci sono due principali tipologie di contratto:

  • nella gestione separata gli importi vengono principalmente investiti in obbligazioni e titoli di stato. Il capitale investito viene garantito.
  • le polizze multi-ramo rimborsano a richiesta dell’investitore il valore corrente delle quote su cui l’investitore ha inizialmente investito. È uno strumento con un maggior potenziale di rendimento, ma il capitale investito è soggetto a rischio di mercato.

Altri prodotti

  • Investimenti in Borsa, attraverso titoli rappresentativi del capitale (azioni), del debito (obbligazioni) o strumenti a replica (ETC, ETF, ETN)
  • PIR: recentemente introdotti nel nostro Paese, i piani individuali di risparmio (Pir) sono un «contenitore» di strumenti finanziari (azioni, obbligazioni, fondi, polizze, conto corrente) che permette al sottoscrittore di essere esentato dalla tassazione sui capital gain, a condizione che l’investimento abbia una durata minima di cinque anni, non superi l’importo di 30mila euro annui per un investimento totale massimo di 150mila euro
  • Investimenti diretti nelle imprese tramite fondi di investimento specialistici o direttamente attraverso il crowdequity

E October?

Su October, i prestatori privati possono prestare fino a 2.000€ a ciascun progetto, senza limite al numero di progetti e scegliendo in prima persona a quali prestare. I rendimenti annuali vanno dal 2,5% al 9,9% ma comportano un rischio di perdita del capitale.

Queste sono le principali differenze tra un prestito su October e gli strumenti che abbiamo visto prima:

  1. Scegli tu dove vanno i tuoi risparmi;
  2. Conosci i progetti ai quali hai deciso di prestare;
  3. Sei tu che gestisci i tuoi risparmi;
  4. Puoi accedere a un rendimento superiore rispetto a quello di libretti e conti deposito, ma si tratta di operazioni più rischiose.

Per approfondire questo tema, puoi leggere l'Episodio 12 della Lendix Academy.

Did this answer your question?