Per valutare l’opportunità di un investimento non basta conoscere le caratteristiche del finanziamento. È molto importante anche conoscere l’azienda, per farsi un’idea chiara della sua effettiva capacità di rimborso e, quindi, delle probabilità di trarre profitto. 

Innanzitutto è importante imparare a conoscere il significato dei principali indici finanziari e i rapporti che rivelano la capacità dell'azienda di rimborsare il debito.

  1. Fatturato: è il totale dei ricavi ottenuti dalla vendita dei beni prodotti o dei servizi erogati nel corso dell'anno. 
  2. EBITDA (in italiano MOL – Margine Operativo Lordo): è la differenza tra il fatturato e i costi operativi, cioè quelli legati al normale funzionamento dell’azienda. 
  3. Posizione Finanziaria Netta: è il totale dei debiti finanziari (i debiti non commerciali, cioè i debiti verso banche e altri istituti finanziari, i leasing, i debiti fruttiferi verso altri finanziatori e tutti gli altri debiti per cui si pagano gli interessi) al netto della liquidità presente in azienda. In pratica, bisogna sottrarre dal totale dei debiti finanziari la liquidità disponibile. 
  4. Patrimonio Netto: è la somma del capitale, delle riserve e dell’utile di esercizio non distribuito. Il capitale è l’ammontare versato dai soci dell’azienda. Le riserve sono importi immobilizzati per far fronte a possibili eventi sfavorevoli. L’utile di esercizio non distribuito è la differenza tra il totale dei ricavi e il totale dei costi che non viene assegnato ai soci.
  5. Posizione Finanziaria Netta / Patrimonio Netto: indica l’esposizione debitoria della società in relazione al suo patrimonio, cioè quanto pesa il debito finanziario rispetto al patrimonio.
  6. Posizione Finanziaria Netta / EBITDA: indica la capacità dell’azienda di rimborsare i suoi debiti grazie alla sua attività operativa. 
  7. FCCR (Fixed Charge Coverage Ratio): è la capacità dell’azienda di rimborsare i suoi impegni finanziari. L’FCCR indica i flussi di cassa disponibili per coprire i flussi di cassa in uscita per il debito finanziario.
    Si calcola così: (ricavi – costi operativi – imposte correnti) / (quota capitale dei finanziamenti a medio e lungo termine + rate dei leasing + interessi finanziari )

Dopo la prima analisi dei numeri, gli analisti sviluppano analisi incrociate su tutte le informazioni ricevute e consultano numerose fonti ad integrazione. In questa fase, occorre confrontare i numeri con la realtà ed entrare nel merito dell’azienda e della sua attività. In altre parole, si tratta di approfondire la conoscenza del cliente con lo scopo di:

  • verificare la completezza delle informazioni: l’azienda ha fornito tutte le informazioni rilevanti per l’analisi? 
  • scongiurare il rischio di frode: l’azienda ha fornito indicazioni false sui propri indici finanziari o sulla propria attività?

Per approfondire questo tema, puoi leggere l'Episodio 8 e l'Episodio 9 della nostra Lendix Academy

Did this answer your question?